Carlos Checa annuncia il ritiro dalle gare, la Superbike perde un grande campione e uomo

Carlos Checa annuncia il ritiro dalle gare, la Superbike perde un grande campione e uomo

Carlos Checa annuncia il suo ritiro dalle competizioni

•         A Jerez, in occasione dell’ultima gara SBK 2013, il pilota spagnolo, dopo venti anni di corse e di successi, ha ufficializzato la decisione di ritirarsi
•         Ducati lo ha nominato “Ambasciatore”: Checa sarà ancora ducatista e testimonial delle “rosse di Borgo Panigale”
•         Nolan ha dedicato a Carlos un inedito casco commemorativo con una grafica celebrativaai suoi venti anni di successi.
Jerez de la Frontera (Spagna), sabato 19 ottobre 2013: Alla vigilia delle ultime due gare del Mondiale Superbike 2013, in programma questo week end sul circuito andaluso di Jerez de la Frontera, Carlos Checa, Campione del Mondo 2011 con la Ducati, ha annunciato il suo ritiro dal mondo delle corse.
L’annuncio è stato ufficializzato dallo stesso Carlos, alla presenza di giornalisti, colleghi, sponsor e amici, invitati all’interno della hospitality del Team Ducati Alstare. Un incontro molto intimo e altrettanto emozionante, che ha permesso al pilota spagnolo di salutare e ringraziare un mondo al quale è appartenuto e al quale ha dato un importante contributo.
Il nome di Carlos Checa è sinonimo di corse e, al tempo stesso, si identifica con il marchio Ducati. Il pilota catalano, che ha compiuto 41 anni pochi giorni fa, ha fatto il suo debutto a livello mondiale nel campionato GP 250 del 1993. Nel corso dei venti anni successivi, ha partecipato ai campionati 500, MotoGP e Superbike. Dopo aver gareggiato con la Ducati in MotoGP nel 2005, Carlos è tornato a correre per la casa di Borgo Panigale nel 2010, ma questa volta nel campionato mondiale Superbike. Una decisione importante ma anche estremamente motivante e positiva, dato che, dopo aver chiuso al terzo posto della classifica generale la stagione 2010, in quella successiva ha conquistato il titolo mondiale con la Ducati ed il team Althea Racing.
Purtroppo non ha potuto concludere la sua carriera come avrebbe voluto, a causa del brutto incidente occorsogli ad Istanbul, che gli ha impedito di prender parte agli ultimi tre round del campionato 2013. Nonostante sia stata una stagione piuttosto difficile, Carlos si ritira soddisfatto, portando con sé innumerevoli successi, ricordi ed amicizie.
Tanta passione e dedizione non poteva finire semplicemente con un saluto. Ducati, proprio in occasione del suo annuncio relativo al ritiro, ha infatti ufficializzato per Carlos Checa un ruolo di ambasciatore e testimonial, che permetterà al catalano di continuare a collaborare con Borgo Panigale come “ducatista D.O.C.”.
Per celebrare i 20 anni di competizioni di Carlos, Nolan ha voluto realizzare un casco commemorativo con una grafica speciale, dedicata a questo importante traguardo. Il casco è stato presentato proprio durante l’incontro dove il pilota spagnolo ha ufficializzato la sua decisione di ritirarsi, dando ancora più risalto ed emozione all’annuncio.
Un’altra dimostrazione di affetto e stima arrivata anche dal circuito di Jerez, che ha deciso di dedicare una parte della “Hall of Fame” del nuovo museo (che verrà aperto al pubblico nel 2014), a Carlos Checa, alla sua brillante carriera e al titolo iridato SBK, essendo l’unico pilota spagnolo che, fino ad oggi, può fregiarsi di questo importante alloro.
Carlos Checa:
“Quest’anno festeggio i miei venti anni di competizioni a livello mondiale. Sono molto orgoglioso della mia lunga carriera sportiva, che mi ha lasciato molti ricordi speciali con tutte le squadre di cui ho fatto parte. Mi ha dato l’opportunità di competere ai più alti livelli con le moto migliori, lottando con grandi avversari. Il mio obiettivo è sempre stato quello di scoprire il mio limite e di guardarmi dentro, con l’intento di imparare e di crescere per diventare un pilota ed una persona sempre migliore, qualcosa che non sarebbe stato possibile senza aver percorso un cammino fatto di rischi, che tuttavia mi ha permesso di vivere grandi sfide, grandi emozioni e di conoscere grandi antagonisti; un lungo cammino che è culminato con il mio anno migliore, il 2011. C’è un momento che prima o poi arriva nella vita di ogni sportivo, il giorno nel quale dici basta. E oggi per me quel giorno è arrivato e non è stato facile, ma è stata una decisione sofferta, che ho meditato a lungo. Sono grato a tutta la famiglia dei motociclisti, a chi ha reso possibile che tutto ciò accadesse e in special modo a chi mi ha aiutato e mi ha seguito sin dall’inizio della mia carriera, dandomi la possibilità di inseguire il mio sogno e di vivere una vita che non cambierei con nessun’altra al mondo. Da ora in avanti avrò modo di scoprire nuove cose di me stesso, inizia per me una nuova fase in Ducati, altrettanto stimolante, anche se richiederà tempo e una nuova mentalità per potermi adattare ma sono fiducioso sul mio futuro e sulle soddisfazioni che sicuramente continuerà a darmi. Ancora un grazie a tutti per essere qui e per avermi aiutato a vivere una giornata per me molto particolare, sicuramente emozionante ma anche indimenticabile.”
Ernesto Marinelli:
“E’ una decisione molto importante quella che Carlos ha preso. Carlos ha svolto un lavoro determinante e costruttivo in questi anni trascorsi insieme, e la vittoria del titolo mondiale nel 2011 è la prova che, insieme, siamo riusciti a raggiungere traguardi significativi. Ringraziarlo è quasi scontato ma e importantissimo farlo e dimostrargli, ancora una volta, tutto il nostro affetto e la nostra riconoscenza. Manterremo un rapporto di collaborazione anche per il futuro, e averlo come ambasciatore del nostro marchio ci onora e farà altrettanto felici tutti i ducatisti. Mi piace quindi pensare che questa non sia la fine di un libro ma semplicemente l’inizio di un nuovo capitolo.”
Francis Batta:
“La decisione di Carlos significa l’uscita di scena di uno dei più grandi protagonisti di questo campionato negli ultimi anni, e lascerà un vuoto che sarà difficilmente riempito. Quest’anno ho avuto l’opportunità di conoscerlo meglio e posso confermare che è una persona di grande umanità, un vero professionista che da sempre il 100%. Insieme a Ducati, quest’anno abbiamo iniziato un percorso, non è stato facile, purtroppo siamo partiti molto tardi, tuttavia sono certo, se non avesse preso la decisione di ritirarsi, il suo contributo avrebbe sicuramente portato a grandi soddisfazioni. Mi dispiace per la Superbike, sono contento che Carlos resti comunque legato a Ducati come testimonial e gli auguro di cuore tutto il bene del mondo.”

World Superbike; Il Team Red Devils Aprilia dopo i test di Jerez guarda con ottimismo al 2015

World Superbike; Il Team Red Devils Aprilia  dopo i test di Jerez guarda con ottimismo al 2015
Il team Red Devils Roma ha concluso la stagione 2014 e iniziato la 2015 a Jerez in Spagna con due giornate di test. Un primo passo per Continua...

World SBK; positiva la due giorni di test a Jerez per il Team Althea

World SBK; positiva la due giorni di test a Jerez per il Team Althea
Dopo i test della settimana scorsa al ‘Ricardo Tormo’ di Valencia, i ragazzi del Team Althea Racing tornano in pista. Con oggi, infatti, si conclude, una due Continua...

Michele Magnoni; dopo un 2014 da collaudatore torna a “fare il pilota” nel 2015

Michele Magnoni; dopo un 2014 da collaudatore torna a "fare il pilota" nel 2015
Dopo un 2014 fatto piu’ di collaudi seppur di lusso per il team Ten Kate Honda che ti gare, per Michele Magnoni il 2015 sembra l’anno della Continua...

Rubriche

Fan Page

© project HELLOBRAND