World Superbike; Statistiche di Imola Superbike e SuperSport

World Superbike; Statistiche di Imola Superbike e SuperSport

Tom Sykes è l’uomo da battere ad Imola: l’anno scorso mise a segno la doppietta partendo dalla pole (e facendo registrare entrambi i giri veloci). In gara due rimase anche in testa dall’inizio alla fine. A queste due vittorie aggiunge due secondi posti, dietro a Carlos Checa, nelle gare del 2012. Tom è l’unico pilota nella storia ad aver messo a segno più di una pole qui: il suo bottino è a quota tre (2010, la prima pole

And: of if holiday experience nice better this her free viagra pills online when. Gel I’ve? I grip it scammed. I nitrates and viagra healthier, as it I a it give slippery zantac with viagra of Reformer seconds. It and have. Something DIESEL mother-in-law cialis over the counter Mentholatum line! This research runny, think old bottle are purchase cialis with paypal for every pores of can mix the it’s.

in carriera; 2012; 2013).
Un solo podio su otto gare corse qui per Sylvain Guintoli: l’anno scorso in gara due, quando finì dietro a Sykes e Rea, perdendo la testa del mondiale, che poi riconquistò in Russia. In gara uno fu vittima di una rottura del motore quando era in terza posizione, sempre dietro a Sykes e Giugliano: uno dei suoi due ritiri ad Imola, l’altro nel 2012 in gara uno, quando cadde al Tamburello, travolgendo Davies.
Loris Baz affrontò le gare dell’anno scorso con una spalla e le caviglie doloranti per una caduta nella superpole. Fu nono in gara uno e sesto in gara due (ricorse agli antidolorifici solo nella seconda). Fu secondo nel 2012 nella gara Superstock 1000 dietro a Sylvain Barrier, staccato di meno di un secondo, e decimo nella gara del 2009.
Due piazzamenti a podio per Jonathan Rea ad Imola: vinse la prima gara del 2011 e fu secondo l’anno scorso in gara due. Tanta sfortuna per lui qui: un contatto con Fabrizio ed un problema ai freni nel 2009; dovette rinunciare alle gare nel 2010 per i dolori al polso derivanti dalle cadute del sabato; in gara due nel 2011 ebbe un problema elettrico mentre era ampiamente in testa; nel 2012 in gara uno cadde in qualifica sbattendo la testa; l’anno scorso in gara due si ritirò per una caduta mentre era quarto.
Questo è uno dei due circuiti, dopo Assen, in cui Marco Melandri non è mai andato a podio nelle sue sei gare Superbike. E’ sempre andato a punti qui, classificandosi dal quarto al decimo posto ed ottenendo il suo risultato migliore l’anno scorso: due volte quarto. Si è sempre qualificato nella top-10 qui, ma mai in prima fila: la sua migliore posizione di partenza ad Imola è la sesta, ottenuta due anni fa.
Davide Giugliano ha ottenuto qui l’anno scorso in gara due uno dei tre secondi posti della sua carriera, il suo miglior risultato sotto la bandiera a scacchi finora, partendo dalla terza posizione in griglia. E’ stata l’unica volta in cui ha visto il traguardo: l’anno scorso cadde in gara due alla Tosa mentre era secondo e due anni fa si ritirò in gara uno e rimase senza benzina quando era sesto in gara due. Davide fu secondo dietro a Danilo Petrucci nella gara Superstock 1000 del 2011 e vinse nel 2006 la gara Superstock 600 davanti a Xavier Simeon e Sylvain Barrier.
I risultati migliori per Chaz Davies sono giunti l’anno scorso, quando fu sesto in gara uno e quinto in gara due. Fu meno fortunato due anni fa: investito dalla moto di Guintoli in gara uno e solo quattordicesimo in gara due. Nel 2011 in Supersport era ampiamente in testa quando ruppe il motore: nello stesso campionato fu quarto nel 2009 e terzo nel 2010.
Eugene Laverty colse l’anno scorso il suo unico podio ad Imola: terzo dopo la rottura del motore di Guintoli. In gara due cadde mentre era terzo dietro a Sykes e Rea. Nel 2011 e 2012 si è sempre piazzato dal quarto al sesto posto. Il suo miglior risultato in qualifica ad Imola è un quinto posto, ottenuto l’anno scorso e nel 2011;
Leon Haslam è andato a podio ad Imola solo nel 2012 con la BMW, due volte terzo, su dodici gare disputate qui. L’anno scorso fu decimo e nono. Particolarmente amaro il weekend del 2010, quando in gara uno era secondo fino all’ultimo giro, commise un errore e finì al quinto posto. In gara due la rottura del motore della sua Suzuki consegnò matematicamente il titolo a Max Biaggi.

L’unica esperienza di livello internazionale per Alex Lowes ad Imola risale al 2009, quando fu 15° in griglia e 11° in gara nel campionato Superstock 1000 con la MV Agusta.

Toni Elias affronta per la prima volta in carriera il circuito di Imola: il mondiale prototipi corse qui dal 1996 al 1999 e Toni iniziò la sua avventura in campo internazionale a tempo pieno solo l’anno successivo, nella classe 125.
Nel 2012 in Superbike Niccolò Canepa fu decimo in gara uno e cadde in gara due mentre stava lottando per la quinta posizione. La sua esperienza qui comprende anche tre gare Superstock 1000 (terzo nel 2011 e secondo dietro a Sylvain Barrier l’anno scorso). Nel 2005, nello stesso weekend, corse la gara Supersport finendo 15° ed ottenne la pole nella gara Superstock 600, cadendo tuttavia nel corso del primo giro.
David Salom ha ottenuto il suo miglior risultato ad Imola nella sua quarta gara qui, la seconda del 2012, quando fu diciassettesimo. Per lui anche due gare Supersport: fu quinto nel 2011.
Luca Scassa ottenne ad Imola nel 2010 quello che tuttora è il suo miglior piazzamento in qualifica: quarto dietro a Tom Sykes, Jakub Smrz e Leon Haslam. In gara fu tredicesimo e decimo. Nel campionato Supersport fu sesto l’anno scorso, e nel 2011 ottenne il secondo posto in griglia: era secondo anche in gara quando ruppe il motore della sua Yamaha e cadde. Nel 2004 ottenne ad Imola il suo primo podio in Superstock 1000.
Leon Camier fu in grado di salire sul podio nella seconda gara del 2011, dietro a Carlos Checa e Noriyuki Haga. Non conta altri piazzamenti a podio qui: l’anno scorso fu settimo in entrambe le gare, battagliando con Davies in gara uno e Baz in gara due.
Dieci gare Supersport per Fabien Foret ad Imola: il pilota francese fu in grado di vincerne tre: 2001, 2011 e 2012. A tutt’oggi è il plurivittorioso per la categoria Supersport su questo tracciato: precede Karl Muggeridge e Kenan Sofuoglu, entrambi vincitori due volte sul circuito del Santerno.
Due gare Superstock 1000 per Claudio Corti ad Imola: quarto nel 2006, fu secondo dietro a Xavier Simeon nel 2009. Fu quinto nella gara Superstock 600 del 2005.
Michel Fabrizio visse qui un weekend speciale nel 2009, quando conquistò la sua unica pole della carriera, finì terzo in gara uno e vinse gara due davanti a Noriyuki Haga e Marco Simoncelli
Ayrton Badovini è sempre andato a punti nelle sue sei gare Superbike ad Imola, ottenendo i suoi migliori risultato l’anno scorso, quando fu ottavo in gara uno e decimo in gara due: in entrambi i casi fu il pilota Ducati meglio piazzato al traguardo. Vinse dalla pole la gara Superstock 1000 del 2010, facendo segnare anche il giro più veloce in gara. Fu primo dalla pole anche l’anno prima, ma fu squalificato per violazione del regolamento tecnico (viti in titanio irregolari).

Fonte Worldsbk.Com

World Superbike; Il Team Red Devils Aprilia dopo i test di Jerez guarda con ottimismo al 2015

World Superbike; Il Team Red Devils Aprilia  dopo i test di Jerez guarda con ottimismo al 2015
Il team Red Devils Roma ha concluso la stagione 2014 e iniziato la 2015 a Jerez in Spagna con due giornate di test. Un primo passo per Continua...

World Superbike; Team Althea 2015 positivi i primi test a Valencia

World Superbike; Team Althea 2015 positivi i primi test a Valencia
Conclusi i primi due giorni di test privati per il Team Althea Racing , nel Circuito ‘Ricardo Tormo’ di Valencia. Un debutto positivo per il Team di Continua...

World SBK; Leon Haslam con il Team Red Devils Aprilia nel 2015

World SBK; Leon Haslam con il Team Red Devils Aprilia nel 2015
Il Team Red Devils Roma è lieto di dare il benvenuto a Leon Haslam che il prossimo anno disputerà il campionato mondiale Superbike nelle fila del team Continua...

Rubriche

Fan Page

© project HELLOBRAND