CIV Mugello: Cruciani e La Marra sono campioni

CIV Mugello: Cruciani e La Marra sono campioni

Scarperia, 21 settembre 2013 – Si sono corse , sul circuito toscano del Mugello, le gare valide per il nono e penultimo round del Campionato Italiano Velocità 2013. Grandi gare e spettacolo con arrivi in volata, e sopratutto una grande giornata di sport con la vittoria del titolo Superbike per Eddi La Marra e Stefano Cruciani nella SuperSport.

 

MOTO3: VINCE COLETTI, MARINI RECUPERA SOLO 3 PUNTI – Gara spettacolare e incredibile, quella della Moto3, se si pensa che i primi sei hanno tagliato il traguardo racchiusi in soli cinque centesimi di secondo… alla fine, a vincere è stato Michael Coletti. Il 18enne toscano, alfiere Honda del Team Minimoto è stato bravo a sfruttare al meglio le scie del lungo rettilineo e a portarsi a casa la seconda vittoria stagionale. Alle sue spalle, primo podio nel CIV del debuttante Fabio Di Giannantonio (Oral – Cruciani Racing Team): il romano, rientrante dopo la frattura al braccio, ha chiuso a 4 millesimi dalla vittoria e ha avuto la meglio sul lombardo Stefano Valtulini (Honda – Five Racing AX52), bravo comunque a chiudere sul podio con 0”019 di distacco. Quarto è finito Luca Marini (Twelve Racing): a lungo al comando, il pesarese si è visto rimontare dagli avversari nel giro conclusivo e alla fine è riuscito a limitare i danni con un bel sorpasso “multiplo” alla Bucine. Ora sono 20 i punti che lo separano da Andrea Locatelli (Mahindra) leader e oggi “solo” sesto.

 

STOCK 600: MORBIDELLI BEFFA OPPEDISANO – Al Mugello, si sa, chi esce per primo dalla Bucine perde quasi sempre il duello sotto la bandiera a scacchi. Così è successo a Luca Oppedisano. L’alfiere ligure della Kawasaki (DMR Racing Team) si è presentato in testa sul rettilineo dopo un bel sorpasso all’interno su Franco Morbidelli, suo rivale in questo nono round ma la scia ha giocato a favore del pilota di Tavullia (portacolori Kawasaki del Puccetti Racing Team), bravo a sfruttare in pieno il “vento” dalla seconda piazza, a spostarsi al momento giusto e a chiudere poi primo per due centesimi di secondo sotto la bandiera a scacchi. A tenere testa ai due ci hanno provato Alessandro Nocco (il compagno di squadra di Morbidelli è caduto a due giri dalla fine mentre si trovava in lotta per la vittoria) e Stefano Casalotti: quest’ultimo, alfiere Yamaha CDM-RS, non è riuscito a tenere la loro scia e da metà gara ha amministrato un buon terzo posto. Alle sue spalle Federico Monti (Honda – Monaco Racing Team), Mattia Cassani (Yamaha – Team PA.SA.MA Racing) e Luca Vitali (Suzuki – Team Suriano by Falaschi), bravo a chiudere sesto e a centrare la terza piazza provvisoria in campionato. A proposito di classifica, Tucci (Honda) ha chiuso 8° e ora ha 9 punti di vantaggio su Morrentino (Yamaha Mottini Corse), settimo.

 

SUPERSPORT: CRUCIANI, UN SOGNO CHE SI AVVERA – A dir poco rocambolesca la gara della Supersport. Al via, Riccardo Russo (Kawasaki Puccetti Racing) e Marco Faccani (Honda), scattano forte con Mathew Scholtz (Suzuki – Team Suriano by Falaschi) ma un contatto mette ko entrambi. Per Faccani, soprattutto, è l’addio ai sogni di titolo italiano. A giocarsi la vittoria, quindi, oltre a Scholtz sono il leader della classifica, Stefano Cruciani (Kawasaki – Puccetti Racing), il campione in carica Ilario Dionisi (Honda – Scuderia Improve) e l’altro alfiere Puccetti, Mirko Giansanti. Ad un giro dalla fine, Cruciani è costretto a rientrare al box per una noia tecnica mentre Dionisi, Giansanti e Scholtz sono uno nella scia dell’altro. Il sudafricano taglia il traguardo per primo, seguito dal laziale e dal ternano. Ma in sede di verifica, Scholtz è penalizzato di 20 secondi per un sorpasso in regime di bandiere gialle e retrocede in sesta piazza. A vincere, quindi è Dionisi, davanti a Giansanti e Fabio Menghi (Yamaha – CDM-RS), buon terzo. Ilario lascia così nel migliore dei modi il testimone del numero uno al marchigiano Cruciani, che fa suo il titolo italiano sfuggitogli di un soffio nelle ultime due stagioni.

 

SUPERBIKE: LA MARRA CAMPIONE ITALIANO – Assente per infortunio il leader della classifica Eddi La Marra, tutti gli occhi erano puntati sul diretto rivale per il titolo, Leandro Mercado. “Tati”, alfiere Kawasaki del Team Pedercini, aveva bisogno di una vittoria per sperare ancora nella corona tricolore ma sulla sua strada ha trovato due ossi duri, che l’hanno relegato in terza posizione sotto la bandiera a scacchi. Il più forte, oggi, è stato il finlandese Mika Kallio: arrivato al Mugello in sostituzione di Gimbert nel Team Thevent BMW,  Kallio si è reso protagonista di una gara perfetta. Scattato forte al via, si è liberato della compagnia degli avversari e alla fine ha tagliato il traguardo con 4”308 di vantaggio su un’altra sorpresa della giornata, Manuel Poggiali. Il sammarinese, portacolori Ducati del Team Grandi Corse, è stato bravo a mollare la scia di Kallio quando ha capito di non poterla tenere e di amministrare il vantaggio sugli inseguitori, chiudendo al secondo posto e festeggiando così il ritorno sul podio nella stagione del rientro alle corse. Terzo è finito Mercado a 11”790, seguito da Goi e Canepa a 12”338. Grazie a questo ordine d’arrivo, Eddi La Marra festeggia con una gara d’anticipo la vittoria del titolo tricolore. Il laziale, alfiere Ducati Barni, è alle prese con la riabilitazione in seguito alla brutta caduta di Misano e non è potuto essere presente al Mugello ma gli è bastato l’impressionante ruolino di marcia di 6 vittorie e due terzi posti, per assicurarsi di essere il numero uno del 2013.

 

C’E’ LA DIRETTA TV – Il round 10 sarà “live” integralmente su AutomotoTV (canale 139 di Sky, visibile a tutti gli abbonati) che aprirà eccezionalmente alle 12.30 con la diretta della Pregp, con il commento di Andrea Minerva. Anche Motors Tv proporrà in tutta Europa le quattro classi a partire dalle ore 19, mentre  Ten Sports trasmetterà, nel territorio indiano, la classe Moto3 dove sarà protagonista Mahindra Racing. L’altra opportunità per seguire il CIV corre sul web: dalle 12.30, diretta streaming, in simultanea, sul sito ufficiale Civ.tv e su Sportube.tv per il round 10.

 

DOMANI ANCORA SPETTACOLO – Domani le sfide del decimo round: alle 14:30 sarà sempre la SBK a scendere in pista per prima, seguita da Moto3, Stock 600 e Supersport, quest’ultima al via alle 17:05. Per questo ultimo round stagionale, è prevista anche la presenza dei giovanissimi piloti della PreGp (solitamente impegnati nella Coppa Italia), che si sfideranno eccezionalmente sul “palcoscenico” del CIV nella quinta tappa del campionato a loro riservato La pole, oggi, è andata a Nicolò Bulega (JNB Sport Business RMU) nella 250 e Tony Arbolino (RMU) nella 125.


CIV Superbike; Lorenzo Alfonsi con il Team Grandi Corse nel 2015

CIV Superbike; Lorenzo Alfonsi con il Team Grandi Corse nel 2015
Sarà l’anno della http://generic-cialiscanadarx.com/ riscossa per il Fiorentino Lorenzo Alfonsi, nel 2015 cialis o viagra parteciperà al CIV Superbike con la Ducati viagra and heartburn 1199 Panigale Continua...

CIV MUGELLO: 17-19 Ottobre, l’ultima tappa dell’anno anche per il nostro PIBE

CIV MUGELLO: 17-19 Ottobre, l'ultima tappa dell'anno anche per il nostro PIBE
L’ultimo week end per del CIV è stato molto atteso dal Pibe che voleva confermare a se stesso e non solo, le buone sensazioni della gara di Continua...

CIV Superbike; la Michelin trionfa con Ivan Goi e la Ducati del Team Barni

CIV Superbike; la Michelin trionfa con Ivan Goi e la Ducati del Team Barni
Gioco, set, partita. Al Mugello Michelin trionfa nella classe Superbike del Campionato Italiano Velocità 2014 e legittima la propria affermazione con un week end esaltante: vince infatti Continua...

Rubriche

Fan Page

© project HELLOBRAND