200 Miglia del Mugello: Vince l’equipaggio della scuola Ducati

200 Miglia del Mugello: Vince l'equipaggio della scuola Ducati

Gli istruttori della scuola di guida Ducati hanno dominato la 200 Miglia del Mugello, trascinati da Dario Marchetti che degli insegnanti è anche il coordinatore. L’endurance toscana è l’appuntamento che chiude la stagione della velocità nazionale ed ha una formula particolarissima, a staffetta, con squadre di piloti ognuno in sella alla sua moto. Marchetti ne aveva costituita una tutta all’insegna del DRE, il Ducati Riding Experience, schierandosi assieme a Roberto Luigi Rozza e Luca Bono, scelti tra gli istruttori della scuola, e proveniva dal DRE pure il team manager, l’ex pilota Matteo Colombo. La gara, corsa in condizioni difficili a causa del meteo, non ha avuto storia: Alessandro Valia – lui pure istruttore DRE – ha rotto il motore al quinto giro ed era l’unico pilota che poteva costituire un pericolo. A quel punto Marchetti e soci, in rimonta, hanno rilevato la prima posizione e vi sono rimasti fino al termine, concludendo con un giro di vantaggio.

 

«Evidentemente andare a scuola è utile – ha scherzato Marchetti –.  Soprattutto in queste condizioni di fondo viscido in cui è fondamentale la tecnica di guida: Roberto e Luca, i miei compagni, sono stati davvero bravi. D’altronde… se non fosse così che insegnanti sarebbero? Il trucco è guidare in maniera pulita e privilegiare l’uscita di curva per spalancare il gas in anticipo, perché poi ci si porta dietro il vantaggio per tutto il rettilineo successivo. E si rischia anche meno: avremmo potuto alzare di parecchio il ritmo se fosse stato necessario».

 

Da quando si corre la 200 Miglia del Mugello il bolognese è sempre salito sul podio: due anni fa primo nella categoria 1000, nel 2011 secondo assoluto e ora vincitore assoluto assieme a Rozza e Bono.

Al secondo posto, prime della classe 600, un equipaggio tutto femminile, composto da due delle ragazze più promettenti del vivaio italiano: Martina Fratoni e Rebecca Bianchi.

 

I veri duri però sono al quindicesimo posto, perché è un team di piloti disabili: Matteo Baraldi è privo del braccio destro e ad Emiliano Malagoli è stata amputata la gamba destra sotto il ginocchio, corrono utilizzando speciali protesi; il terzo uomo dell’equipaggio, Fulvio Marotto, non ha ottenuto la licenza velocità in tempo ed è stato sostituito all’ultimo momento da Sebastiano Zerbo, questi senza alcuna disabilità.

I vincitori hanno regalato le coppe a Baraldi e Malagoli, commentando «È una vittoria molto più grossa la vostra!».

Tutto pronto per il Trofeo Amatori 2015

Tutto pronto per il Trofeo Amatori 2015
E’ il trofeo nazionale di motovelocità più democratico e allo stesso tempo “ignorante”: divide senza troppi complimenti i piloti in otto categorie (quattro per la 600, quattro Continua...

Al via il 15-16 novembre la 200 Miglia del Mugello

Al via il 15-16 novembre la 200 Miglia del Mugello
La stagione agonistica 2014 volge ormai al suo termine, ma nel panorama motociclistico nazionale manca ancora un ultimo sigillo che da ormai alcuni anni costituisce appuntamento consueto Continua...

CIV: Il Mugello incorona i campioni 2014

CIV: Il Mugello incorona i campioni 2014
Sono Manuel Pagliani, Ivan Goi, Federico Caricasulo, Yari Montella e Daniele Scagnetti i nuovi Campioni Tricolori delle classi Moto3, Superbike, Supersport e SP 4T e 2T. Con Continua...

Rubriche

Fan Page

© project HELLOBRAND